Calma Apparente è una storia. La storia del tempo che passiamo a coccolare, di nascosto, la nostra parte peggiore. A lucidare vecchi pezzi d'odio lontano dagli altri, per il timore che possano scoprire che non siamo perfetti, che non siamo sempre brillanti e sorridenti. 
Calma Apparente è la storia di quando, prima o poi, qualcosa si rompe. Di quando mandi affanculo il tuo capo o la tua ragazza. Di quando vomiti tonnellate di rancore contro chi ti ha sempre sottovalutato. E di come la paura sparisca quando tutto questo succede.  Ed è un orgasmo, una incredibile liberazione. 
Calma Apparente è una mappa che indica la strada meno sicura, il paese più pericoloso, il mare con le onde più alte. E' l'amico che non ti mente dicendo che andrà tutto bene perchè non andrà tutto bene, ma è proprio questa la cosa divertente.
Calma Apparente è una meditazione per imparare a lasciarsi andare. Per sfogare un odio represso per troppo tempo. L'odio ogni tanto va portato a spasso,  lasciato libero di ringhiare e abbaiare contro i vecchi e contro questo stupido sole.